Ammontano ad oltre 70 milioni di euro le risorse programmate da Regione e Governo nell’ambito del Progetto di riconversione e riqualificazione industriale dell’Area di crisi industriale complessa di Terni-Narni. Le linee guida e l’Accordo di programma per l’attuazione sono stati presentati a Terni dalla presidente della Regione, Catiuscia Marini, dal vicepresidente Fabio Paparelli e dai sindaci delle due città, Leopoldo Di Girolamo e Francesco De Rebotti.

“Con l’approvazione del Progetto di riconversione e riqualificazione industriale dell’area di crisi industriale complessa di Terni-Narni – ha sottolineato governatrice regionale Marini – si entra finalmente nella fase operativa di uno degli interventi più importanti e significativi della storia recente di questo territorio che potrà contare, al momento, su una dotazione finanziaria di circa 75 milioni di euro, tra risorse dirette della Regione Umbria e dello Stato, cui se ne dovrebbero presto aggiungere altre. Insomma – ha proseguito – una grande sfida che guarda al futuro, che abbiamo definito con la piena collaborazione di tutti i soggetti pubblici e non, che ha visto tra i protagonisti più attivi l’amministrazione comunale di Terni, la sua Giunta ed il sindaco Leopoldo Di Girolamo”.