Il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo chieda “un ‘patto per la città’, che non nasca esclusivamente nel chiuso della sua maggioranza e dei luoghi della politica, ma che trovi il dialogo delle forze più vive delle imprese, del mondo solidaristico, della società civile ternana, dei luoghi dell’istruzione della formazione e della ricerca, dei rappresentanti del mondo economico e sindacale”. E’ l’invito che rivolge la presidente della Regione Catiuscia Marini. Sottolineando che comunque non spetta a lei dire “se ci sono le condizioni politiche” perché sindaco, maggioranza e opposizione “possano assicurare risposte concrete alla città”.

“Il ‘patto per Terni’ – ha sottolineato la Marini – ha bisogno non solo di una maggioranza consiliare, ma anche dell’apporto della parte più dinamica e responsabile della città, verso la quale i cittadini ripongono fiducia, anche nella prospettiva di recuperare lo spirito di coesione sociale e di comunità che sempre ha caratterizzato la città”.