La Giunta comunale di Terni, ha questa mattina deliberato la proposta – al Consiglio – relativa alla dichiarazione di dissesto finanziario dell’Ente prevista dall’art.244 del Tuel, il testo unico degli enti locali.

A seguito della comunicazione della Prefettura di Terni, attraverso la quale è stata trasmessa all’Ente la disposizione delle sezioni riunite della Corte dei Conti, in cui si respinge il ricorso presentato dal Comune contro il rigetto del Piano di Riequilibrio, l’esecutivo di Palazzo Spada ha preso atto della sussistenza dei presupposti per la dichiarazione di dissesto.

L’atto andrà ora all’esame del consiglio, nella seduta che è stata convocata per il 15 febbraio prossimo. In caso di mancata approvazione da parte dell’assemblea municipale, si provvederà alla nomina del commissario prefettizio. Nella seduta del 15, sono anche attese le comunicazioni del sindaco Di Girolamo in merito alle due dimissioni presentate martedì, a seguito della bocciatura del ricorso.