L’Assemblea legislativa dell’Umbria ha respinto la mozione dei consiglieri regionali Raffaele Nevi (FI), Claudio Ricci, Sergio De Vincenzi (Misto-Umbria next), Emanuele Fiorini e Valerio Mancini (Lega) e Marco Squarta (FdI) che chiedeva alla Giunta di Palazzo Donini di “indicare Terni come la sede legale della Asl 2”. I voti favorevoli all’atto di indirizzo sono stati 5 (Nevi; De Vincenzi; Fiorini; Liberati e Carbonari-M5S), 7 quelli contrari (Pd) e 3 gli astenuti (Solinas – Mdp, Casciari, Chiacchieroni-Pd).

Illustrando l’atto di indirizzo, Nevi ha spiegato che “la Giunta avrebbe dovuto individuare la sede della Asl 2 dopo aver acquisito il parere della Conferenza dei sindaci, oppure, trascorsi 30 giorni, agire autonomamente. A distanza di 6 anni dall’entrata in vigore della legge di riforma delle aziende sanitarie, l’Esecutivo regionale – ha proseguito – ha individuato Perugia come sede della Asl 1, ma non ha indicato la sede legale della Asl 2, che risulta a tutt’oggi ‘provvisoria’.