Riaperto al pubblico quest’oggi, nella zona di Via degli Oleandri, a Terni, il Parco sensoriale, una struttura realizzata dalla volontà di recuperare l’area inutilizzata compresa all’interno del vasto insediamento residenziale del Villaggio Le Grazie. Un recupero caratterizzato da una forte finalità didattica indirizzata all’infanzia. Stamane, la cerimonia di inaugurazione alla presenza del Sindaco, Leopoldo Di Girolamo e degli assessori Sandro Corradi e Tiziana De Angelis.

Secondo quanto spiegato dalla direzione Urbanistica del Comune di Terni, il luogo si prestava particolarmente, vista la presenza nel circondario dei plessi scolastici, vista la bellezza naturalistica di un’area inserita in un contesto completamente urbanizzato e di forte valenza insediativa.

L’area si presentava per lo più inutilizzata in parte abbandonata e degradata e in parte oggetto di orti spontanei. Si è dunque pensato di realizzare un ambito naturalistico ove i bambini potessero confrontarsi con i temi dei 5 sensi creando all’interno di un ampio parco verde attrezzato con percorsi e spazi di sosta, anche delle specifiche aree tematiche per poter valutare gli odori delle essenze, un’altra ove capire semplici caratteristiche acustiche, un’altra ove osservare le differenze fra i vari colori, un’altra ove percepire gusti e un’altra ove comprendere differenze tattili.

La prima parte del parco si è realizzata con investimenti pubblici negli anni 2010-2012 ha previsto l’area destinata all’esperienza odorosa tramite la messa a dimora di essenze vegetali di diversa profumazione, dell’area deputata alla vista con la localizzazione di elementi di diversi colori e dell’area per il gusto ove sono state messe a dimora diverse specie di piante fruttifere.

Quella attualmente realizzata è la seconda parte dell’intervento, ed è stata attuata con investimenti privati da parte della ditta Centro appalti srl, quale opera di urbanizzazione nell’ambito dell’intervento residenziale direzionale in viale VIII marzo sulla base della convenzione urbanistica e del progetto esaminato e approvato dall’ufficio Pianificazione privata – Convenzioni della Direzione Urbanistica.

Il parco ora realizzato contiene l’area deputata all’esperienza tattile con la localizzazione di tre vasche contenenti materiali diversi che il bambino può solo toccare vista l’altezza dei bordi delle vasche stesse comprendendo le diverse percezioni tattili, e l’area deputata all’udito ove la presenza di fontanelle all’interno di varie schermature vetrate producono diversi effetti acustici. Tutto l’ambito è integrato da una vasta area al gioco dei bimbi con attrezzature ludiche di ultima generazione e pavimentazione anti trauma e tutti i percorsi ben illuminati sono stati resi idonei anche all’uso da parte di soggetti portatori di handicap.

Il costo totale di tutto l’intervento sostenuto dalla ditta attuatrice dell’intervento è stato di 181 mila euro.