Il Comune di Terni ha pubblicato un avviso per la procedura per l’ammissione delle candidature al ruolo di amministratore unico della partecipata Terni Reti srl. Avviso che si è reso necessario dopo le dimissioni presentate dall’ex amministratore, Vincenzo Montalbano Caracci, coinvolto nel nuovo filone dell’inchiesta Spada su presunte irregolarità nell’affidamento di incarichi di consulenza esterna. La nomina del nuovo amministratore, tra i candidati con curriculum e profili di legge idonei, spetta per legge, al sindaco. L’amministratore – spiega una nota del Comune di Terni – deve possedere una competenza tecnica, giuridica o amministrativa specifica e adeguata alle caratteristiche della carica. I rappresentanti sono scelti considerando le qualità professionali e le competenze, in base a titoli di studio, incarichi professionali, accademici e in istituzioni di ricerca, pubblicazioni, esperienza amministrativa o di direzione di strutture pubbliche e private.