“La giunta Di Girolamo deve andare a casa immediatamente, il Comune di Terni e la città devono cambiare rotta”. Lo ha detto stamane il consigliere regionale della Lega Nord, Emanuele Fiorini, nel corso di una conferenza stampa tenuta nella sede ternana del partito per tracciare il bilancio dell’attività dell’ultimo anno nel territorio provinciale. Presente anche il segretario della Lega per Terni, Federico Cini.

Chiedendo le dimissioni del sindaco, dopo la nuova inchiesta giudiziaria che ha portato ai domiciliari l’assessore al Bilancio, Vittorio Piacenti d’Ubaldi, Fiorini, ha evidenziato una serie di questioni che, a suo dire, testimoniano il fatto che “la città sta affondando: dai lavori incompiuti della Fontana di piazza Tacito, della metropolitana di superficie e della passerella della stazione alla svendita delle farmacie comunali, dalle buche nelle strade al parco Le Grazie”. Secondo Fiorini anche a livello regionale è necessario ripensare il ruolo di Terni, “che oggi – ha aggiunto – è considerata una realtà minore. Serve invece una spartizione equa di risorse e servizi, non ci sono territori di serie A e di serie B”.