Per l’assessore regionale ai trasporti Giuseppe Chianella, “non c’è un Umbria a due velocità”. Lo ha detto commentando la richiesta avanzata dalla maggioranza del Comune di Terni di una seduta straordinaria del consiglio comunale, alla presenza della presidente Marini e dello stesso assessore, per discutere dei collegamenti ferroviari. “Purtroppo c’è un Umbria intera – continua Chianella – che, per ragioni storiche, non dispone di collegamenti ferroviari efficienti, specie per l’alta velocità. Tra i diversi territori, è proprio il capoluogo di regione ad essere messo peggio e per queste ragioni, a partire dall’approvazione quasi unanime in consiglio regionale del Piano regionale dei trasporti, abbiamo cercato di mettere in atto una strategia volta a superare il divario sia infrastrutturale che di servizi, in particolare quelli dell’alta velocità, che affligge storicamente l’intera Umbria”.