L’Assemblea legislativa dell’Umbria ha approvato il Documento economico e finanziario regionale. I voti favorevoli sono stati 13, otto quelli contrari. “Questo Documento economico e finanziario – ha detto la Presidente dell’esecutivo umbro Catiuscia Marini – è coerente con la manovra economica, compatibile con le risorse del bilancio, concreto nella sua attuazione, pragmatico, realistico e anche riformista. Tra le priorità – ha aggiunto – ci sono la ricostruzione post terremoto, il welfare, i trasporti e l’economia”, ricordando come per l’undicesimo anno consecutivo si confermi il non uso della manovra fiscale. In materia di terremoto, “il 2017 – ha sottolineato la Marini – ha registrato l’avvio a conclusione dell’emergenza, quindi il 2018 prevede azioni ed operatività concreta delle varie strutture coinvolte per definire il quadro dei soggetti attuatori della ricostruzione”.