E’ stata sciolta, su proposta della maggioranza, per “problemi di convocazione” l’odierna seduta del consiglio comunale di Terni. Con 23 voti a favore, 2 contrari e un astenuto, l’assemblea municipale, che doveva occuparsi – tra l’altro – della procedura di vendita di Farmacia Terni srl, ha infatti votato lo scioglimento della seduta stessa e la rinuncia al gettone di presenza. In apertura dei lavori diversi consiglieri d’opposizione erano intervenuti per sottolineare come – a loro parere – la seduta non fosse stata regolarmente convocata per difetto di comunicazione. Il segretario generale aveva comunque specificato, ricostruendo l’iter seguito, che la seduta poteva considerarsi regolare. Tuttavia a seguito di una sospensione e di una riunione della maggioranza, il presidente del gruppo consiliare del Partito Democratico Francesco Filipponi ha chiesto l’annullamento della seduta, con il voto sullo scioglimento e la rinuncia al gettone. Il consiglio comunale di Terni è stato già riconvocato per lunedi prossimo, 18 dicembre, alle ore 10.