La sala della maggioranza della sede municipale di Palazzo Spada, ha ospitato – questa mattina – la riunione del Tavolo d’area ambientale complessa della Conca Ternana, per definire lo stato della programmazione degli interventi di risanamento. Erano presenti i rappresentanti del Consiglio regionale (assente l’assessore Cecchini per motivi di salute), dei comuni di Terni e Narni, dell’Usl Umbria 2, dell’Arpa e di alcune associazioni di categoria. Al tavolo sono state presentate proposte operative per far fronte alla situazione di criticità ambientale che tende ad acuirsi soprattutto durante i mesi invernali.

Il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo e quello di Narni, Francesco De Rebotti, hanno anticipato i contenuti delle strategie di programmazione per i prossimi mesi, in parte concordate nel tavolo tecnico regionale, in parte contenute nei programmi strategici ambientali dei due comuni. Le misure condivise a livello regionale, sono riferite ad azioni strutturali (di medio e lungo periodo) e ad azioni urgenti, calibrate in base alle strette necessità del periodo di crisi.

Tra le misure urgenti si ipotizzano ulteriori restrizioni alla circolazione dei veicoli nelle giornate di lunedì e martedì, con estensione del divieto, al di fuori della Zona zero, anche ai veicoli Euro3 e restrizioni – sempre per due giorni la settimana – alla combustione domestica delle biomasse.

Tra le misure strutturali si è posto riferimento ad interventi da condividere tra la giunta regionale ed il governo centrale, afferenti alle infrastrutture di collegamento viario alternativo per la migliore vivibilità dei centri cittadini.