Il Documento di programmazione economica e finanziaria 2018/2020, la legge di stabilità 2018 e il bilancio di previsione della Regione dell’Umbria 2018/2020 sono stati presentati presso la Prima commissione del consiglio regionale dalla presidente della Giunta, Catiuscia Marini. La manovra conferma la scelta dell’invarianza fiscale, l’equilibrio di bilancio e gli investimenti per fare fronte agli effetti del terremoto su scuole, abitazioni ed edifici pubblici e di culto.

Rispettato il limite all’indebitamento e non sarà necessario alcun piano di rientro per la sanità. Il documento di programmazione economica e finanziaria punta a consolidare la ripresa a vantaggio dell’occupazione e della creazione di valore aggiunto. Dieci milioni di euro andranno alla ricostruzione della basilica di Norcia. Il rating dell’Umbria migliora e se fosse autonomo sarebbe superiore a quello dell’Italia.