Approvarto all’unanimità – dal consiglio comunale di Terni – un atto di indirizzo, illustrato da Andrea Cavicchioli e sottoscritto dai presidenti dei gruppi di maggioranza a Palazzo Spada, sulle azioni da porre in essere per l’eliminazione degli impianti di incenerimento nella conca ternana.

L’atto approvato – ha detto Cavicchioli – prevede che “fermo restando l’impegno per Sindaco e Giunta per il miglioramento del bilancio della qualità dell’aria della conca ternana anche tramite l’eliminazione di impianti di incenerimento, nel rispetto delle normative applicabili e con tutte le azioni da porre in essere nelle sedi deputate, si prende atto dell’impostazione dell’Amministrazione del Comune di Roma, socio di riferimento di ACEA, contraria agli impianti di incenerimento”.

“Con quest’atto – ha concluso il presidente del gruppo Pd – si è impegnato sindaco e giunta ad adottare iniziative nei confronti del sindaco del Comune di Roma affinché, in coerenza con l’impostazione enunciata, con le forme di legge, conferisca formale indirizzo ad ACEA di dismettere gli impianti di incenerimento procedendo alle opportune riconversioni, escludendo ogni possibilità di richiedere, anche per periodi limitati, incrementi e/o modifiche delle autorizzazioni che non rispettano il principio enunciato”.