Il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale, Raffaele Nevi, ha chiesto al presidente della Terza commissione di convocare un’audizione con i vertici della Nazionale di canottaggio per discutere “delle difficoltà che sta incontrando a Piediluco dove, di norma, vengono svolti gli allenamenti e dove, tra l’altro, si trova la sede nazionale della Federazione italiana di preparazione olimpica”. In una nota di Palazzo Cesaroni – Nevi spiega che “nonostante più di un comune italiano si stia proponendo come futura sede di preparazione agonistica, a Terni si assiste ad una querelle, con tanto di carte bollate contro il team canottieri, in quanto l’attività sportiva arrecherebbe danno alla quiete della fauna locale”. Per Nevi, “più grave è il silenzio di Regione e Comune, che non si impegnerebbero – sostiene il capogruppo forzista – per preservare la presenza del canottaggio a Piediluco. L’eventuale dipartita dal nostro lago – aggiunge – comporterebbe una perdita davvero significativa perfino in termini di presenze turistiche. E questo sarebbe un ulteriore duro colpo per l’economia locale”.