Saranno circa 2 i milioni di euro che arriveranno alla Provincia di Terni dal riparto delle risorse stanziate dal governo, quantificate in 72 milioni di euro, per far fronte alle criticità delle Province italiane. Lo ha detto il presidente, Giampiero Lattanzi, illustrando – al Consiglio provinciale di Terni – l’intesa raggiunta il 21 settembre scorso nell’ambito della Conferenza Stato-Città-Autonomie. “Per chiudere il bilancio, il cui termine è il 30 settembre – ha affermato il presidente Lattanzi – abbiamo bisogno di circa 4 milioni e mezzo, non ne arriverà nemmeno la metà. A questo punto ci auguriamo che il confronto con la Regione Umbria, la quale ha attivato un percorso di verifica delle risorse disponibili, dia gli esiti sperati, altrimenti l’unico scenario all’orizzonte è il dissesto finanziario”.