Non accenna a diminuire di intensità la vertenza aperta all’ospedale “Santa Maria” di Terni, dalle organizzazioni sindacali di categoria che, proprio oggi, hanno partecipato ad un incontro, svolto presso la Prefettura, al quale non hanno però partecipato rappresentanti dell’assessorato regionale alla Sanita’, la cui assenza è stata duramente stigmatizzata dalle rsu e da Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fpl. I sindacati hanno comunque illustrato i principali punti della vertenza e sottolineato la mancata applicazione delle intese raggiunte (a livello aziendale e regionale). Le tre sigle sindacali, hanno inoltre confermato il programma delle iniziative approvato nell’assemblea aperta del 23 giugno scorso, tutte nell’ambito delle normative vigenti di legge e di contratto. In una lono nota, le organizzazioni sindacali sottolineano come la mobilitazione continui “a difesa dei cittadini utenti, a salvaguardia del servizio sanitario pubblico, a tutele delle condizioni del e nel lavoro, per garantire a tutti il diritto alla salute previsto dalla Costituzione”.