Questo pomeriggio nell’aula consiliare di Palazzo Spada, c’era anche una delegazione dei lavoratori dell’ex Novelli, sulla quale vicenda sono stati oggi presentati due atti d’indirizzo. Il primo da parte del presidente del gruppo del Pd Andrea Cavicchioli anche a nome dei presidenti dei gruppi del centro-sinistra, che impegna sindaco e giunta ad intervenire nei confronti della regione e del mise per verificare e chiedere il rispetto degli accordi sottoscritti, sotto ogni profilo; verificare eventuali discriminazioni nei confronti del personale dipendente e ove riscontrate chiedere la immediata rimozione degli effetti; intervenire nei confronti di tutti gli organismi preposti per sollecitare l’erogazione delle provvidenze della cassa integrazione e di tutti gli emolumenti dovuti al personale dipendente.

Il secondo atto d’indirizzo è stato presentato dal consigliere di I Love Terni Enrico Melasecche per chiedere al consiglio di “invitare il sindaco ad attivarsi presso il MISE per sollecitare il Ministro a prendere in mano la situazione che vede la perdita dell’occupazione da parte di oltre trenta lavoratori del Gruppo Novelli, affinché vengano con urgenza riviste le posizioni dell’azienda che non può venir meno agli impegni presi in sede di acquisizione del gruppo.

Dopo una sospensione durante la quale la conferenza dei presidenti e l’ufficio di presidenza hanno ricevuto una delegazione dei lavoratori dell’ex Novelli, il consiglio ha votato il rinvio dei due atti alla prossima seduta, con l’obiettivo di giungere ad un unico atto d’indirizzo di sintesi.