Audizione, questa mattina, presso il Comitato di Monitoraggio dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, dell’amministratore unico dell’Agenzia forestale regionale, Giuliano Nalli in merito alla situazione del personale trasferito all’Agenzia medesima, dalle Comunità montane ed in particolare del personale operaio del comparto forestale. Tra le criticità emerse, la percentuale troppo alta (40%) di lavoratori disabili. Numeri che non permetterebbero “di poter garantire l’efficienza, l’organizzazione e l’efficacia dell’Agenzia”. Per questo si rende “urgente” dare corso ad esodi incentivati previsti dalla legge istitutiva dell’Afor. L’audizione era stata richiesta dal consigliere Squarta.