“L’Umbria, in tema di efficientamento e risparmio energetic, ha una responsabilità pubblica maggiore. Ciò deriva dalla sua storia millenaria e dalle due figure simbolo della tutela dell’ambiente: Francesco e Benedetto”: così la presidente della Regione, Catiuscia Marini, intervenendo alla conferenza di Trevi su ‘Energia tra fatti, comunicazione, comunità’. “L’Umbria – ha aggiunto Marini – rappresenta un po’ la ‘summa’ di una coscienza ambientalista diffusa. L’idea della salvaguardia della natura e l’uso sapiente delle risorse naturali sono i pilastri dell’azione e del pensiero di San Francesco e di San Benedetto e tutto ciò rappresenta ormai il carattere identitario di questa terra”. La presidente umbra ha sottolineato che proprio sulla sfida di una nuova strategia energetica, ha realizzato nuove azioni concrete, in coerenza con questi principi.