“Dopo le iniziali difficoltà, il sistema di raccolta differenziata del Comune di Terni è entrato nelle abitudini della vita dei cittadini: le percentuali e la diffusione del modello iniziano a dare contezza del servizio”. Lo ha detto l’assessore all’ambiente Emilio Giacchetti, durante il question time di ieri, rispondendo ad una interrogazione del consigliere di Forza Italia Federico Brizi. “La riorganizzazione del sistema secondo le modalità porta a porta, come previsto dal Piano d’Ambito dell’ATI 4 – ha spiegato Giacchetti – è stata completata e nonostante alcune criticità che si evidenziano in questo periodo di adattamento, i risultati in termini di percentuali di raccolta differenziata sono stati raggiunti. Il 2016 si è chiuso con una media annuale del 49,28%, con un aumento considerevole rispetto alla percentuale di 40,5 che si era raggiunta nell’anno precedente. Nello scorso mese di dicembre – ha aggiunto l’assessore ternano – la raccolta differenziata è arrivata al 66,75% e il 2017 è cominciato con percentuali che, anche se non validate ufficialmente, si attestano al 68,35% nel mese di gennaio e al 69,61% in quello di febbraio”.