Un’altra giornata di mobilitazione, alla Provincia di Terni, nell’ambito della Settimana di manifestazioni decisa dall’Upi nazionale e successiva a quella svoltasi ieri sulle strade. Alle 10, presso la sala del Consiglio provinciale, prenderà il via l’assemblea dell’Upi Umbria che prevede – all’ordine del giorno – l’elezione del presidente, dei vice presidenti e del comitato direttivo. Sarà inoltre approvato lo statuto e designati i rappresentanti all’Upi nazionale. Alle 12,30, si proseguirà, poi, con la mobilitazione per le scuole, cui parteciperanno i sindaci, i consiglieri provinciali, i rappresentanti delle associazioni di categoria, dei dirigenti scolastici, dei sindacati, delle associazioni, dei comitati cittadini e dei genitori.

“Nei 21 edifici presenti fra Terni, Narni, Amelia e Orvieto – ricorda il presidente dell’amministrazione provinciale ternana Giampiero Lattanzi – la condizione è sempre più difficile e si è riversata su tutti i fruitori degli istituti scolastici, creando situazioni di disagio e di pericolo. I tagli – aggiunge – ci impediscono di provvedere adeguatamente ad un’ordinaria manutenzione degli edifici, ma anche di fare i necessari investimenti per adeguarli alle normative di sicurezza, per ridurre il rischio sismico, per nuove sedi o per la riqualificazione di quelle obsolete”.