Sono 39 le sedi farmaceutiche di nuova istituzione in Umbria. Al termine della procedura concorsuale per la loro assegnazione, è stata, infatti, approvata la graduatoria unica e definitiva del concorso pubblico straordinario indetto, dalla Regione Umbria, in attuazione della legge nazionale 27 del 2012, che prevedeva l’apertura di nuove farmacie su tutto il territorio nazionale, di cui 39 in questo territorio, con l’intendimento di migliorare i servizi ai cittadini.

L’Assessore regionale alla Salute, alla Coesione sociale e al Welfare, Luca Barberini, ha spiegato come siano state 912 le domande ammesse, su cui – ha detto – “è stato effettuato un lavoro certosino di verifica, con controlli a tappeto e a campione per l’accertamento dei requisiti. Con l’apertura di 39 nuove farmacie – prosegue Barberini – diamo una risposta a diverse comunità del territorio regionale che avevano espresso l’esigenza di potenziare i servizi farmaceutici, avendo i requisiti per farlo”.

L’assessore regionale evidenzia, inoltre, che “con il nuovo modello sanitario in via di realizzazione in Umbria, le farmacie avranno un ruolo sempre più importante diventando non più soltanto luoghi per la distribuzione di farmaci, ma veri e propri presidi sanitari, in rete con i servizi territoriali, gli ospedali e le attività di prevenzione per dare risposte più efficaci ai nuovi bisogni di salute dei cittadini”.

L’esito delle procedure concorsuali verrà pubblicato nel bollettino ufficiale della Regione Umbria, nel portale istituzionale dell’Ente, nella Piattaforma tecnologica ed applicativa unica a disposizione delle Regioni e dei candidati per lo svolgimento delle procedure relative al concorso.