Ci sono centomila euro per nuove telecamere di sorveglianza da piazzare nelle aree più a rischio furti nelle zone industriali. Lo ha confermato il sindaco Leopoldo Di Girolamo, rispondendo in consiglio comunale – durante la seduta di question time – ad un’interrogazione di Marco Cecconi sul ripetersi di furti ad aziende, in particolare quelle che si occupano di trasporti. Questi centomila euro (ai quali potranno aggiungersi anche contributi privati) derivano in parte (70mila euro) dai residui della legge regionale 13 sulla sicurezza, ed in parte (30mila euro) sono a carico del Comune. I fondi saranno utilizzati per l’acquisto ed il posizionamento di telecamere orientabili Dome per un numero dalle 6 alle 9 unità. Il posizionamento delle telecamere nelle aree industriali sarà valutato insieme alla questura e le nuove telecamere si aggiungeranno dunque a quelle già operative che – in tutta la città – sono 30, 13 delle quali fisse e 17 ruotanti.
Nel corso del 2017, ha detto ancora il sindaco, è prevista l’installazione di altre 2/4 telecamere anche nel centro della città ed in particolare in piazza Frankl e in via del Teatro Romano, presso la nuova sede della Procura.
Più in generale, il sindaco ha riferito che “gli investimenti previsti sul fronte sicurezza stanno andando avanti in maniera organica, secondo quanto previsto” e che un gruppo di lavoro è già all’opera per l’aggiornamento del Patto per la città sicura.