Giudizio positivo, della Fiom Cgil, sull’ipotesi di accordo relativa al rinnovo del Contratto Nazionale dei Metalmeccanici sottoscritta, lo scorso 26 Novembre, tra Federmeccanica ed i sindacati di categoria Fim-Fiom-Uilm. Il parere, espresso al termine dell’odierna riunione del comitato direttivo provinciale, è in linea con quanto già approvato dal Comitato Centrale del sindacato dei metalmeccanici della Cgil, il quale ritiene positivo il fatto che il nuovo Contratto della categoria sarà “unitario”, riguarderà, cioè, tutti i lavoratori e dovrà essere approvato con percorso democratico certificato tra tutti gli interessati.

“Quanto sottoscritto – aggiunge la Fiom – riconferma la centralità del contratto nazionale, la sua universalità e la sua non derogabilità ed inoltre riafferma la centralità delle RSU nella contrattazione aziendale, evidenziando e distinguendo in modo netto i due livelli di contrattazione. Le novità introdotte, i cambiamenti e la definizione di nuove modalità di approccio relative a temi come formazione, welfare, sanità, previdenza e salario rappresentano – a giudizio del sindacato – un vero cambiamento e rinnovamento”. I contenuti dell’ipotesi di accordo verranno ora sottoposti all’attenzione delle assemblee dei lavoratori prima del voto previsto per i prossimi 19, 20 e 21 dicembre.