“Seppure rimanga una esigua presenza di componenti confinati contenenti amianto, non esiste alcun rischio di esposizione per i lavoratori visto che non c’è alcuna dispersione”. Questo, in estrema sintesi, il quadro emerso presso la seconda Commissione dell’Assemblea legislativa, che ha terminato la prima fase del lavoro sul tema della presenza di amianto nei siti umbri e delle conseguenze sulla salute delle maestrnze.

L’organismo ha svolto un’audizione con tecnici, rappresentanti di ThyssenKrupp Acciai Speciali Terni, Sgl Carbon di Narni e dell’Officina manutenzione ciclica locomotive di Foligno (ex Ogr) che conclude di fatto le iniziative adottate su richiesta del gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle. Su questo tema, sono stati ascoltati anche rappresentanti di Ispettorato nazionale del lavoro, Osservatorio nazionale amianto, sindacati, Confindustria, Arpa, Inail, Usl, amministratori e tecnici dei Comuni di Terni Narni e Foligno e degli assessorati regionali di Sanità e Ambiente.