Nel ringraziare Cristhia Falchetti Ballerani per i due anni di attività, il Sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo, ha confermato di aver momentaneamente assunto le deleghe lasciate dall’assessore dimissionario. “Si tratta comunque – spiega – di una soluzione temporanea. Nei prossimi giorni nominerò un nuovo assessore e vedremo una assegnazione delle deleghe in base a competenze e attività da svolgere. In queste ore l’Amministrazione Comunale è molto concentrata sulle numerose e vitali questioni amministrative aperte. Anche oggi – prosegue il Sindaco – stiamo lavorando sul Piano di riequilibrio finanziario, sull’Area di crisi complessa una opportunità storica per questo territorio, il Patto di sviluppo territoriale con la Regione. Strumenti concreti per dare un futuro di qualità alla città. Il lavoro va avanti su tutti i fronti, compreso quelle delle opere pubbliche: domani sera – annuncia Di Girolamo – ci sarà l’illuminazione della nuova passerella che attraversa la stazione ferroviaria, un’opera che intendiamo mettere a disposizione della città dal mese di novembre”.

Dure critiche, giungono, intanto, dalle forze politiche d’opposizione a Palazzo Spada. Il Movimento 5 Stelle parla di “accanimento terapeutico”, mentre per Sinistra Italiana “siamo al limite del ridicolo”. “Sincero sdegno per la contingenza indecorosa venutasi a creare” viene invece espressa da Forza Italia, con la lega Nord che rincara la dose: “le dimissioni della Ballerani sono un segnale d’allarme. Cultura e commercio – rilava la Lega – sono deleche importanti da assegnare a persone competenti in materia”.