Non solo ricostruzione materiale, ma anche sociale e morale delle comunità colpite dal terremoto, supportando la popolazione locale con una serie di servizi e programmi per il benessere sociale delle persone e delle famiglie coinvolte, con particolare attenzione a minori e anziani.

E’ con questa finalità che la giunta regionale dell’Umbria, su proposta dell’assessore Luca Barberini, ha provveduto ad istituire una unità temporanea di servizi socio-comunitari a sostegno dei cittadini residenti nella Zona sociale 6, quella colpita dagli eventi sismici del 24 agosto scorso, dove Norcia è il comune che ha subito il maggior numero di danni materiali e il più alto numero di sfollati.

“L’obiettivo – ha sottolineato l’assessore umbro – è di dare una risposta immediata ai bisogni emersi nei territori regionali, come la Valnerina, dove gli effetti del sisma sono ancora più marcati, sia perché geograficamente più lontani da servizi e infrastrutture, sia perché la percentuale di popolazione anziana è molto elevata”.