La Commissione per le riforme statutarie e regolamentari, presieduta da Silvano Rometti, si è riunita, nei giorni scorsi, a Palazzo Cesaroni per proseguire gli approfondimenti sulle modifiche allo Statuto necessarie a garantire maggiore funzionalità ai lavori dell’Assemblea legislativa dell’Umbria.

L’organismo ha affrontato la questione della sostituzione di un consigliere nei lavori di commissione, decidendo all’unanimità che ciò potrà avvenire previa autorizzazione scritta del presidente del gruppo consiliare. Sulla disciplina delle assenze dai lavori in termini di detrazione economiche, la Commissione ha poi deciso di approfondire e chiarire il relativo articolo del regolamento.

Sull’iniziativa legislativa di natura consiliare, è stata affrontata la questione della relazione tecnico finanziaria delle proposte di legge e degli emendamenti (la cui stesura può essere delegata ai competenti uffici della Regione), prevedendo che essa indichi i mezzi per fare fronte a minori entrate o maggiori spese, fonti e coperture finanziarie. Gli uffici dell’Assemblea lavoreranno, dunque, ad una proposta che individui a chi spetterà la valutazione sulla ricevibilità di una proposta, richiedendo la relazione tecnico finanziaria se non presente o la sua integrazione se essa risultasse incompleta.