Il capogruppo di Forza Italia al consiglio regionale dell’Umbria, Raffaele Nevi, ha annunciato un esposto alla Corte dei conti ed una proposta di legge di modifica, aperta alla sottoscrizione di tutti i consiglieri, sui contenuti del regolamento dell’Arpa, l’Agenzia regionale per l’ambiente adottato dalla Giunta regionale.

L’iniziativa è stata illustrata in una conferenza stampa che si è svolta presso la sala del consiglio provinciale di Terni, a Palazzo Bazzani,

Nevi ha definito “grave che la Giunta abbia autorizzato con un proprio atto la riorganizzazione, decisa dal direttore, senza passare attraverso un confronto nell’Assemblea legislativa. Il rischio – ha spiegato – è il decadimento del ruolo dell’Arpa e la penalizzazione di alcuni territori, in particolare quello di Terni che invece avrebbe bisogno di più attenzione. La riorganizzazione dell’Agenzia sta avvenendo nel silenzio più assordante, e seguendo una logica in contrasto con lo spirito della legge regionale in cui è definita un’Arpa regionale che coordina il lavoro dei due dipartimenti provinciali. II progetto di riorganizzazione, inoltre sottolinea il capogruppo di FI – affida ai due direttori dei dipartimenti territoriali semplici competenze di dirigenti di servizi. Questo è un elemento che potrebbe prefigurare un danno erariale rispetto al quale vorremmo sentire il parere della Corte dei Conti, cui presenteremo un esposto”.

“Nella proposta di modifica alla legge regionale che invierò a tutti i colleghi consiglieri, anche di maggioranza – prosegue Nevi – sarà chiaramente indicato che le due aree dipartimentali provinciali coincidano con gli ambiti territoriali delle Usl, interpretando così in maniera corretta le intenzioni del legislatore”.