Via Libera, dal consiglio comunale di Terni, al nuovo regolamento per la gestione dei rifiuti urbani e assimilabili.

L’atto, che ha ricevuto 18 voti favorevoli e 6 contrari, era stato presentato al consiglio dall’assessore Emilio Giacchetti, a nome della giunta, e già in commissione erano stati presentati degli emendamenti, ai quali se ne sono aggiunti altri presentati lunedi scorso. Sempre nel corso della stessa seduta, il presidente del gruppo consiliare del Pd, Andrea Cavicchioli aveva presentato anche tre subemendamenti.

Dieci degli undici emendamenti presentati (dieci dal M5S e uno da parte dei consiglieri di maggioranza) sono stati approvati. Tra le modifiche più importanti quella attraverso la quale la richiesta di concessione per l’occupazione del suolo pubblico per la collocazione dei contenitori dovrà essere presentata a cura del gestore (cioè dell’Asm). Sono stati approvati altri emendamenti presentati dal Movimento 5 Stelle, tra i quali uno che modifica l’orario di deposito sulla via pubblica dei contenitori (art. 16, punto 5) nel servizio porta a porta (dalle 22 alle 8) e un altro emendamento con il quale – all’articolo 49 dedicato ai controlli e alle sanzioni – si aggiunge la prescrizione secondo la quale i proventi delle sanzioni dovranno essere destinati ad interventi e iniziative per l’incentivazione ed il potenziamento della raccolta differenziata. Bocciato solo l’emendamento del M5S (che comunque aveva avuto parere tecnico contrario) per procrastinare le sanzioni.