Manifestazione di protesta, stamane, davanti al cancello di ingresso della J.P. Industries di Gaifana, dove diversi dipendenti dello stabilimento, si sono ritrovati dopo la notizia della messa in mobilita’ di 400 lavoratori (sui 684 complessivi) della ex Antonio Merloni nei siti di Umbria e Marche.

All’iniziativa hanno partecipato – tra gli altri – alcuni rappresentanti della Rsu, che hanno definito “intollerabile ed inaccettabile l’intento dell’azienda, che cancella tutto quanto fatto finora e fa tornare la fabbrica nella condizione di partenza e assoluta instabilita’ del 2012”. Presente anche il Sindaco di Nocera Umbra, Giovanni Bontempi. “Basta parole e prese in giro” ha detto – “Serve un’azione seria e responsabile da parte dei dirigenti dell’azienda che dia chiarezza e certezze ai lavoratori”.

Per il 4 agosto prossimo, è stato intanto convocato presso lo stabilimento di Fabriano un incontro tra il titolare della J.P., Giovanni Porcarelli, ed i rappresentanti di Fiom. Fim, Uilm. Sul tavolo, la procedura di mobilita’ per 400 dipendenti dell’azienda che ha rilevato le fabbriche di Marche e Umbria della ex Antonio Merloni. Il giorno prima, mercoledi 3, al Mise di Roma, si terrà, invece, un incontro al quale prenderanno parte i Presidenti delle Regioni Umbria e Marche, Catiuscia Marini e Luca Ceriscioli.