Una seduta aperta del consiglio comunale di Terni da dedicare completamente agli effetti della crisi economica ed alle conseguenti situazioni di precarietà e povertà. E’ quanto chiedono – con una proposta d’atto d’indirizzo – i consiglieri del Pd Sandro Piermatti, Sandro Piccinini e Valeria Masiello.

“La seduta – scrivono – dovrebbe servire per approfondire queste gravi emergenze e individuare gli strumenti da mettere in campo per affrontarle, insieme alle rappresentanze sociali, alle organizzazioni del volontariato. I recenti dati Istat sulla povertà, come quelli sulla disoccupazione, ma anche sulla scarsa qualità della nuova occupazione, ci parlano di un Paese in forte difficoltà; la crisi si avverte anche nella vita reale ed ha ampliato le disparità sociali, estendendo la povertà a fasce più ampie della popolazione”.

Attraverso l’atto d’indirizzo, i tre consiglieri del Pd chiedono che l’assemblea comunale impegni sindaco e giunta a farsi promotori di questo percorso verso la seduta straordinaria “nella consapevolezza – concludono – che una città più solidale è una città che può guardare con maggiore certezza al proprio futuro”.