Con 5 voti favorevoli, quelli di Smacchi, Casciari, Guasticchi, Leonelli e Chiacchieroni, tutti del PD, e 2 astenuti (Nevi-Fi e Carbonari-M5S) la Prima commissione dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, ha approvato la delibera della Giunta regionale con il prospetto di verifica degli equilibri di finanza pubblica delle previsioni di bilancio 2016 per la Regione Umbria. Il prospetto attesta che le previsioni contenute nel bilancio 2016‐2018 rispettano il principio del pareggio di bilancio. Alla riunione ha partecipato anche l’assessore Fabio Paparelli.

Questo atto amministrativo applica quanto contenuto nella legge di stabilità 2016 che ha previsto per le Regioni nuove regole di finanza pubblica che sostituiscono la disciplina del patto di stabilità interno. Nello specifico è stato stabilito che, a differenza di prima, le Regioni dovranno conseguire, a consuntivo, un solo saldo non negativo, in termini di competenza, tra le entrate e le spese finali. Per questo al bilancio di previsione deve essere allegato un prospetto obbligatorio contenente le previsioni di competenza triennali che al momento dell’approvazione del bilancio non era ancora disponibile. Il decreto, infatti, è stato emanato dal Governo dopo l’approvazione del bilancio regionale e per questo si è reso necessario questo atto amministrativo.