Sciopero ad oltranza, a partire da oggi, per i lavoratori degli uffici di Terni del Gruppo Novelli. Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil ritengono inaccettabili e strumentali le proposte del Gruppo Novelli in merito al rinnovo del contratto di solidarietà degli uffici di Terni, riscontrando la mancanza di impegni per la salvaguardia dei livelli occupazionali, così come assicurati in sede ministeriale. Secondo i sindacati appare chiara la volontà del cda di non assumere impegni vincolanti a tutela dei lavoratori nei confronti di chi sta per acquisire la proprietà del gruppo. I lavoratori chiedono l’immediata convocazione del tavolo ministeriale che doveva essere convocato entro fine Maggio. Intanto lo sciopero continuerà fino alla ripresa del confronto in sede ministeriale, un confronto serio e costruttivo – sostengono i sindacati – che dia risposte certe sulla salvaguardia dei livelli occupazionali.