I consiglieri della Lega Nord all’Assemblea legislativa umbra, Emanuele Fiorini e Valerio Mancini, hanno presentato una interrogazione a risposta immediata sulle indennità di esclusività spettanti ai medici che lavorano solo per il Servizio sanitario regionale.

“I ricorsi persi in sede giurisdizionale – sostengono gli esponenti del carroccio – hanno comportato un notevole aggravio dei costi a titolo di spese legali e risarcimento danni e il perdurante orientamento restrittivo espone l’Azienda al rischio di ulteriore contenzioso”.

Alla Giunta regionale chiedono di sapere quanti sono i contenziosi pendenti, a quanto ammontano spese legali e risarcimento dei danni, nonché il numero dei dirigenti dell’area medico-veterinaria che possono vantare un potenziale diritto a vedersi riconosciuta l’indennità.