Entro il 15 aprile prossimo l’Elettrocarbonium restituirà il sito di Narni Scalo alla Sgl, che – attraverso i propri liquidatori – ribadisce la disponibilità a valutare altre proposte di imprenditori nel settore della grafite.

A dirlo è il Sindaco di Narni, Francesco De Rebotti, secondo il quale “il problema, dal punto di vista dell’amministrazione comunale, resta quello della prospettiva del sito produttivo e della relativa occupazione diretta e indiretta”.

In una propria nota, De Rebotti chiede di mettere in campo “tutte le iniziative tese a salvaguardare la produzione degli elettrodi di grafite, sollecitando la Regione e il ministero dello Sviluppo economico a prendere formali e concrete azioni al fine di attrarre nuovi investitori.

Per il primo cittadino narnese “occorre immediatamente dare corpo ad un’iniziativa che consenta ad eventuali investitori di avvicinarsi e valutare le opportunità possibili, a partire dai contenuti del verbale del Mise del 6 giugno 2014 nel quale erano compresi tutti gli impegni delle varie istituzioni, aggiungendo ulteriori strumenti che possono essere individuati, al fine di rendere piu’ efficace la ripresa produttiva e dell’occupazione”.

De Rebotti auspica, infine, “la soluzione di tutte le pendenze contrattuali e di legge a favore delle maestranze”, per le quali è in corso la trattativa sui licenziamenti collettivi.