La Presidente dell’Assemblea legislativa umbra, Donatella Porzi, ha presentato, presso la Prima commissione comsiliare, il bilancio 2016 di Palazzo Cesaroni. Il fabbisogno, per l’anno in corso, ammonta a 19,2 milioni di euro, relativi prioritariamente a organi istituzionali, funzionamento e manutenzione, personale.

“Le risorse – ha spiegato la Porzi – proverranno, principalmente, dai trasferimenti operati dalla Giunta regionale, dai contributi dell’Autorità nazionale per le comunicazioni, dagli interessi attivi sui conti correnti e dai rimborsi per il personale comandato presso altre amministrazioni pubbliche. A cui si aggiungono circa 730mila euro di fondi liberi derivanti dall’avanzo di gestione del 2015”. Per la Presidente “si tratta di un bilancio in linea con l’impostazione di questa Assemblea legislativa, che tende a mantenere una certa sobrietà”.

Gran parte delle spese riguardano, invece, gli organi istituzionali (9,97 milioni di euro per indennità, fondo di previdenza per il pagamento dei vitalizi, contributi ai gruppi consiliari, patrocini, eventi, Corecom, trasferimenti a Isuc, Centro studi giuridici e Consiglio autonomie locali), oltre a funzionamento e manutenzione (1,3 milioni) ed il personale (7 milioni).