Una proposta di legge per l’istituzione del “Registro regionale delle Dichiarazioni anticipate di trattamento”. E’ quella presentata all’Assemblea Legislativa umbra dai consiglieri Silvano Rometti (Socialisti e riformisti) e Attilio Solinas (Pd).

“Si tratta – spiegano – di documenti con cui cittadini maggiorenni manifestano la volontà di essere sottoposti o meno a trattamenti sanitari in una eventuale situazione di perdita di coscienza ritenuta dai medici curanti non ragionevolmente reversibile”.

“Il diritto al consenso informato – aggiungono – si sostanzia pure nella possibilità di rifiutare consapevolmente le cure mediche anche una volta che si sia perduta la capacità di intendere e volere”.