Nuovo atto d’indirizzo sul riconoscimento dell’area di crisi industriale complessa per Terni e l’area ternana. Il documento, presentato ieri sera, in consiglio comunale, da Stefano De Santis (del Pd) è stato sottoscritto da altri sei consiglieri dello stesso partito, Piermatti, Bartolini, Piccinini, Orsini, Masiello e Filipponi.

Ricordando che già nel mese di marzo i consigli comunali di Terni e Narni avevano approvato un atto d’indirizzo per il riconoscimento da parte del MISE dell’area di crisi industriale complessa per i rispettivi territori, l’atto chiede che l’assemblea municipale di Palazzo Spada impegni sindaco e giunta “a sollecitare la Regione dell’Umbria per l’attuazione dell’iter procedurale e di costituire, immediatamente, un tavolo permanente che riunisca i rappresentanti di Regione Umbria, Provincia di Terni, Comuni di Terni e Narni, organizzazioni datoriali e sindacali, con l’obiettivo di trovare una linea di condotta unitaria tra i diversi portatori di interesse per la reindustrializzazione dell’area ternana e dei poli siderurgici e chimici”.