Il delicato tema delle modifiche e delle eventuali integrazioni da apportare al regolamento interno dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, è stato al centro dell’ultima riunione della Prima Commissione regionale. All’organismo, presieduto da Andrea Smacchi, sono infatti state illustrate le proposte dei consiglieri del M5S Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari per rendere pubbliche le sedute delle commissioni consiliari, e quella di Claudio Ricci (della lista Ricci Presidente) per lo spostamento della competenza su ‘beni e attività culturali’ dalla Terza Commissione alla Seconda.

In particolare, i rappresentanti pentastellati hanno spiegato che la loro proposta punta a “rendere effettivamente pubbliche tutte le riunioni delle commissioni permanenti attraverso l’istallazione di sistemi audiovisivi per la diretta streaming, ma anche consentendo alle persone che lo richiedono di poter assistere alle sedute. L’obiettivo – hanno spiegato – è quello di dare piena trasparenza al lavoro così da abbattere la distanza tra i cittadini e il Palazzo”.

La Commissione ha così dato mandato agli uffici di preparare l’istruttoria tecnica per capire anche la fattibilità economica delle proposte di modifica. Tra 15 giorni la Commissione entrerà nel merito delle proposte, esaminando anche quelle che gli uffici regionali presenteranno per adeguare i regolamenti alle norme vigenti.

La Prima Commissione tornerà a riunirsi nella mattina di mercoledì prossimo, 7 ottobre, per un incontro con i Prefetti di Perugia e Terni, mentre il pomeriggio si sposterà a Ferentillo con l’assessore Bartolini per presentare le riforme ai sindaci del territorio ternano. Il giorno seguente, giovedì 8 ottobre, ci sarà, invece, una seduta congiunta della Prima e della Terza Commissione con l’assessore Paparelli per discutere del reddito di cittadinanza.