- Radio Galileo - http://www.radiogalileo.it -

TERNI: IL CONSIGLIO COMUNALE VOTA LA MESSA IN LIQUIDAZIONE DI USI

Posted By Giorgio Ciaruffoli On 30 settembre 2015 @ 13:08 In Economia,Politica

Passa a maggioranza, in consiglio comunale, l’atto proposto dalla Giunta municipale ternana per la messa in liquidazione di USI. 19 i voti favorevoli, 11 quelli contrari.

Nella seduta di ieri, dopo aver respinto le richieste di rinvio della trattazione dell’atto, avanzate da Paolo Crescimbeni, Franco Todini e dal M5S, motivate con la necessità di approfondire i documenti forniti dalla giunta nelle ultime ore e di riformulare la delibera, l’assemblea di Palazzo Spada ha iniziato a trattare il punto. Ad esprimere la posizione della giunta l’assessore al bilancio e alle società partecipate Vittorio Piacenti D’Ubaldi.

“E’ il nuovo quadro normativo e finanziario, valido per tutti gli enti locali del Paese – ha sostenuto l’assessore – che ci chiama a provvedimenti improcrastinabili nel riordino e nella razionalizzazione delle aziende pubbliche a partecipazione comunale. Le nuove disposizioni legislative sono chiarissime – ha aggiunto Piacenti D’Ubaldi – occorre che gli enti rivedano gli assetti delle partecipate, in particolare laddove esistono sovrapposizioni e doppioni nell’assegnazione dei servizi. Così come sono stati introdotti obblighi di legge che spingono a riassegnare agli enti locali funzioni e servizi che negli anni scorsi, utilizzando le norme allora vigenti, sono stati esternalizzati. Il comune di Terni, nell’ambito del piano di razionalizzazione, si è riappropriato della gestione del patrimonio, finora una delle deleghe più remunerative per Usi. C’è poi una situazione della finanza locale che pesa in maniera considerevole, fino ad ora il Comune di Terni ha versato ad Usi circa 3 milioni di euro l’anno per lo svolgimento di servizi, ora il bilancio del Comune non può superare un milione di euro”. L’assessore comunale ha assicurato che l’obiettivo dell’amministrazione è – nel suo complesso – quello di assicurare il mantenimento degli attuali livelli occupazionali. “Un obiettivo che non è scontato – ha spiegato – ma che richiede lavoro, senso di responsabilità, il coinvolgimento di altre aziende pubbliche e della Regione”. A fronte di questo sforzo messo in campo, Piacenti D’Ubaldi ha detto di non ritenere corrispondenti alla realtà i giudizi pesanti e aggressivi di alcune forze dell’opposizione. Per l’assessore municipale “non si può accusare per anni l’Amministrazione Comunale di aver affrontato con superficialità il tema dei bilanci e delle assunzioni sovradimensionate delle partecipate e poi bocciare i provvedimenti che il sindaco e la giunta stanno affrontando proprio nell’ottica del contenimento dei costi, assicurando comunque i servizi. Rispetto tutte le critiche – ha aggiunto Vittorio Piacenti D’Ubaldi nel suo intervento – ma chiedo alle opposizioni di essere coerenti con quello che fino a ieri hanno detto e scritto sul tema delle municipalizzate. Alla città, alle aziende interessate alla ristrutturazione ed ai lavoratori, non servono posizioni politiche assunte alla giornata in base alle presunte convenienze del minuto, ma – ha concluso – serve piuttosto una azione di governo responsabile e lungimirante, quale quella che questa amministrazione sta mettendo in campo”.

Forti critiche sono giunte dai rappresentanti dell’opposizione in consiglio comunale.


Article printed from Radio Galileo: http://www.radiogalileo.it

URL to article: http://www.radiogalileo.it/politica/2015/09/30/12461-terni-il-consiglio-comunale-vota-la-messa-in-liquidazione-di-usi

URLs in this post:

[1] Giorgio Ciaruffoli: http://www.radiogalileo.it/author/giorgio-ciaruffoli

Copyright © 2014 Radio Galileo. All rights reserved.