Sciopero e presidio, questa mattina, davanti alla stazione di servizio Chef Express di Fabro Est, in occasione della protesta dei lavoratori del turismo di Umbria e Lazio organizzata da Filcams Cgil, Uil Tucs e Fisascat Cisl. La protesta è stata organizzata per il rinnovo del contratto di lavoro, fermo da due anni. La manifestazione principale si è svolta a Roma, di fronte alla sede di Confindustria, ma tutti i dipendenti di Fabro hanno voluto manifestare anche davanti al loro posto di lavoro. L’importanza dello sciopero e la soddisfazione per la sua riuscita sono state sottolineate da Claudio Aureli, della Filcams Cgil ternana che ha annunciato la riapertura delle trattative con la Fipe.