Larghissima adesione, in Umbria, allo sciopero degli scrutini proclamato per protestare contro la riforma della scuola del Governo Renzi.

Secondo le organizzazioni sindacali di categoria Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda in molti istituti della Regione si è giunti addirittura al 100%.

I sindacati sottolineano come anche con questo tipo di manifestazioni “i lavoratori del settore abbiano voluto ribadire, con grande determinazione e dignita’, la netta contrarieta’ verso una riforma che offende la loro dignita’ professionale”.