Si è tenuto ieri in Largo Villa Glori, nel cuore di Terni, un flash mob di un’ora con i partecipanti “vestiti di rosso e con un libro sul cuore” per protesrare contro la riforma della scuola del governo il cui DDL verrà discusso nei prossimi giorni in Senato.

Hanno partecipato all’evento un nutrito gruppo di docenti, lavoratori della scuola e cittadini che, disposti in cerchio hanno osservato 5 minuti di silenzio e, al suono di una campanella, hanno effettuato in contemporanea, la lettura di un brano dal libro che ciascuno di loro aveva portato. Un successivo suono della campanella ha sancito un secondo momento di silenzio durante il quale i partecipanti hanno tenuto i loro libri sul petto. L’iniziativa si è sciolta con l’appello a partecipare allo sciopero degli scrutini.

La manifestazione era collegata ad analoghe iniziative promosse nelle principali città italiane per chiedere, con forza, il ritiro della riforma, l’assunzione immediata di tutti i precari, investimenti reali per la scuola pubblica e si oppongono alla deriva autoritaria del preside-podestà.