Via libera, dalla Giunta regionale dell’Umbria, allo stanziamento di 500 mila euro, nel bilancio di previsione 2015, quale integrazione del fondo di 900 mila euro già deliberato lo scorso anno e destinato alla riqualificazione degli impianti sportivi pubblici.

La decisione dell’esecutivo regionale di Palazzo Donini consentirà ad ulteriori 11 comuni umbri, già ammessi in graduatoria, di ricevere il sostegno ai loro progetti in precedenza non finanziati per mancanza di risorse. Il totale delle municipalità che potrà beneficiare dello stanziamento sale, così, a 25.

Le progettualità ammesse al cofinanziamento riguardano i lavori di manutenzione straordinaria e messa a norma di impianti sportivi di proprietà pubblica e, in particolare, le opere edilizie per l’abbattimento delle barriere architettoniche, l’adeguamento ai fini dell’agibilità e della sicurezza oltre alla manutenzione straordinaria.

Lo scorrimento della graduatoria ha ammesso al finanziamento i Comuni di: Montefalco (complesso sportivo “Artemio Franchi”, per manutenzione, adeguamento alle normative vigenti e abbattimento delle barriere architettoniche); Perugia (palestra Ponte San Giovanni, in Via Pietro Cestellini, per manutenzione straordinaria ai fini dell’agibilità, della sicurezza e dell’abbattimento delle barriere architettoniche); Guardea (complesso sportivo in Via Piagge per miglioramento ed adeguamento, abbattimento delle barriere architettoniche e messa a norma antincendio); Porano (palestra comunale di Via G. Marconi per messa a norma ai fini della sicurezza, abbattimento delle barriere architettoniche e manutenzione straordinaria); Castel Ritaldi (complesso sportivo in località Calisto, frazione Bruna, per manutenzione straordinaria, abbattimento delle barriere architettoniche, mantenimento dell’efficienza tecnico-sportiva e della sicurezza tecnologica); Campello sul Clitunno (complesso sportivo in località Cerasola per intervento di ristrutturazione, messa a norma e abbattimento delle barriere architettoniche); Todi (campo di calcio “Franco Martelli” per manutenzione straordinaria, abbattimento delle barriere architettoniche e adeguamento normativo); Acquasparta (campo di calcio “Floro Finistauri” per adeguamento normativo, messa in sicurezza e abbattimento delle barriere architettoniche); Avigliano Umbro (campo di calcio Voc. Fontanamaio per completamento delle opere, messa a norma delle barriere architettoniche e dell’impiantistica); Montecchio (complesso sportivo in frazione Melezzole per manutenzione straordinaria, messa a norma ai fini della sicurezza e abbattimento delle barriere architettoniche); Lugnano in Teverina (piscina scoperta in Via S. Antonio, adeguamento funzionale e normativo, abbattimento delle barriere architettoniche).