“Cittaperta TerniDinamica ha tenuto in questa ultima settimana incontri e contatti con esponenti delle Istituzioni, rappresentanti di liste civiche, amministratori regionali e rappresentanti del PD, partito di riferimento del movimento. Obiettivo di tali incontri la posizione del movimento sulle elezioni regionali, le proposte del movimento, disponibilità del movimento a candidare suoi rappresentanti, disponibilità del movimento a sostenere un candidato del PD”. Così si legge in una nota di Cittaperta TerniDinamica che sostiene di collocarsi stabilmente nel centrosinistra cercando di sostenere le posizioni di modernizzazione del territorio e sostenendo le tesi del pensiero liberaldemocratico riformista di stampo europeo. Il movimento, prosegue la nota, sosterrà la candidatura della presidente Catiuscia Marini al meglio delle sue possibilità e per questo richiederà un incontro con la governatrice per illustrare le sue idee e proposte su cui richiedere alla governatrice impegni concreti per il territorio ternano inserendo temi specifici nel suo programma futuro di governo e che riguardano:

il sostegno concreto alla area di crisi complessa per l’area ternana; l’adeguamento dei canoni dello sfruttamento idroelettrico regionale con la definizione degli introiti per il territorio ternano; l’applicazione nella sanità umbra dei diritti alla sessualità come esplicitati dalla Mozione Tarabella approvata al parlamento europeo.

Nella gestione della UslUmbria2 una maggiore attenzione, nella gestione delle risorse, al territorio ex asl4 e alle professionalità ternane ed orvietane presenti nella azienda. La messa in opera del progetto della nuova segnaletica turistica regionale, con particolare attenzione alle aree archeologiche della bassa Umbria e dell’orvietano. Progetto esecutivo che ricordiamo è stato pagato oltre 400.000 euro e giace da quasi 10 anni nei cassetti della Regione a Perugia.

Il movimento segue poi con attenzione la definizione delle candidature del PD – prosegue il coordinamento di Cittaperta TerniDinamica – che riguarderanno i candidati ternani. Auspicando di poter avere interlocutori da sostenere che dimostrino, oltre al sostegno delle posizioni del movimento, interesse ad innovare profondamente il PD ternano in accordo con il PD nazionale e aprendo con l’area liberal democratica una nuova storia politica di modernità e sviluppo per questa città così come sta facendo Matteo Renzi con il paese. Infine – conclude il coordinamento di Cittaperta TerniDinamica – rimane sempre da valutare la possibilità per il movimento di esprimere un suo candidato nella probabile lista civica ispirata dalla governatrice”.