L’Assemblea legislativa dell’Umbria ha dato il proprio via libera – all’unanimità – alla proposta di legge firmata da Franco Zaffini (Fratelli d’Italia) e Manlio Mariotti (Partito democratico), integrata in Commissione da alcune proposte della Giunta regionale, che individua ‘Umbria TPL e Mobilità spa’ quale “Agenzia unica per la Mobilità ed il trasporto pubblico locale’, per conto di Regione, Province e Comuni. Un passaggio che potrà permettere di portare nelle casse regionali importanti risorse in termini di compensazione dell’Iva.

La relazione prevista sull’atto, da parte del presidente della Seconda Commissione, Gianfranco Chiacchieroni è stata consegnata, senza essere letta, alla presidenza dell’Assemblea. L’assessore regionale ai Trasporti Silvano Rometti ha espresso il no della Giunta regionale rispetto agli emendamenti presentati, rimarcando la validità del testo condiviso in Commissione e che ha recepito le proposte dell’Esecutivo “frutto di approfondimenti tecnici da parte degli uffici della Regione”. Polemico il primo firmatario della legge, Zaffini, che ha sottolineato invece l’importanza dell’emendamento che prevedeva l’obbligatorietà per la Regione di avvalersi dell’Agenzia: “poi, ha detto, sarà eventualmente la Giunta regionale a decidere se avvalersene in tutto o in parte rispetto alle funzioni attribuite all’Agenzia”.