Unanimità, al consiglio comunale di Terni, sul tema della sicurezza in città. Dopo il rinvio della scorsa seduta, l’assemblea municipale di Palazzo Spada ha oggi trovato la giusta convergenza su un atto d’indirizzo unico integrato dalle indicazioni provenienti dai diversi gruppi.

Diverse le richieste avanzate alla giunta nel documento, soprattutto sull’adeguamento e potenziamento della Polizia Municipale, anche integrandone l’organico con la ricollocazione del personale idoneo ora in forze nella Polizia provinciale di Terni.

Il consiglio comunale ha poi insistito sui fondi regionali da indirizzare per la realizzazione del “Patto per Terni sicura” e sull’impiego dei fondi derivanti dalle multe, così come previsto dalla legge, per l’adeguamento dei mezzi tecnici a disposizione del Corpo e per la formazione e l’aggiornamento degli agenti.

Nell’atto ci sono inoltre riferimenti “al coinvolgimento dei gestori dei locali per un progetto di salvaguardia del decoro urbano”, e all’esigenza di un nuovo piano di coordinamento interforze attraverso il Comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico.

Chiesta, infine, la predisposizione di un cronoprogramma da presentare entro trenta giorni, “con l’indicazione specifica dei provvedimenti da adottare che tengano conto delle indicazioni del consiglio”.