Seduta congiunta, presso la sala consiliare di Palazzo Spada, dei consigli comunali di Terni e Narni per affrontare le questioni legate al riconoscimento dell’area di crisi complessa.

Una occasione che il Sindaco di Terni, Leopoldo Di Girolamo, ha definito “una tappa importante nella storia del nostro territorio. Con Narni – ha spiegato il primo cittadino ternano – condividiamo un obiettivo al termine di un percorso né semplice, né breve, che ci ha fatto discutere in diverse sedi se fosse utile o meno lo strumento dell’area di crisi complessa”.

“Il tempo – ha detto il sindaco Di Girolamo – è servito per chiarirci e per approfondire le questioni. Con Narni abbiamo cercato di costruire delle politiche e dei percorsi comuni in molti settori, anche in quelli più avanzati dei servizi alle imprese e alle persone, attraverso smart city con il sostegno della Regione”. “Il nostro obiettivo – ha detto ancora il sindaco Di Girolamo – è la creazione di un vero e proprio distretto industriale innovativo nel nostro territorio, sapendo che non sono più attivi strumenti di concertazione come gli accordi di programma e i patti di territorio, ma utilizzando lo strumento messo a disposizione dalla legge 134, quello dell’area di crisi complessa. Crediamo – conclude il primo cittadino ternano – che ci siano tutti gli elementi per stare dentro questo percorso che può aprire una nuova stagione di sviluppo per Terni, Narni e l’Umbria”.