“La situazione degli Uffici giudiziari umbri è davvero delicata. Purtroppo, sottolinea l’On. Walter Verini, capogruppo del Pd presso la Commissione Giustizia, non è l’unica”. Il parlamentare umbro rileva come la mancanza di 8000 unità negli organici della Giustizia italiana (in gran parte personale di Cancelleria) si faccia sentire in tutta Italia. A questo – prosegue – si aggiungono altri antichi problemi strutturali: lentezze, farraginosità, tre gradi di giudizio, cinque milioni e mezzo di procedimenti inevasi nel Civile e cinque milioni nel Penale. Per questo Governo e Parlamento stanno cercando di cambiare davvero le cose.

Sugli organici – come ha detto il Ministro – stanno proprio partendo le procedure per coprire nelle prossime settimane 1100 posti negli organici. Lo si farà in buona parte attraverso la mobilità di personale di altre amministrazioni. Anche gli Uffici giudiziari umbri potranno beneficiare di questi inserimenti, che alla fine dell’anno il Ministro intende portare fino a duemila. E poi – sottolinea l’On. Verini – si stanno facendo le riforme. Il processo telematico è ormai realtà attiva. Così come gli istituti della negoziazione assistita, della mediazione, le norme sulla “tenuità del fatto”.

La riforma del civile e del penale sono nell’agenda di Governo e Parlamento delle prossime settimane. Insomma – aggiunge l’On. Pd – la situazione è davvero delicata, ma una giustizia giusta, efficiente, trasparente e certa è una delle condizioni per cambiare il Paese. E questo cerchiamo di farlo davvero, chiedendo la collaborazione di tutte le componenti del mondo giudiziario: dalla magistratura, all’avvocatura, alle cancellerie”.